Qualche norma per il regolare e corretto svolgimento delle operazioni elettorali

L’elettore si presenta al tavolo degli scrutatori con la propria tessera sociale. In alternativa dovrà avere almeno un documento di identità. Lo scrutatore identifica il socio. L’identificazione potrà essere fatta anche per “conoscenza”.
La regolarità dell’iscrizione e quindi la possibilità di votare potrà essere documentata dalla tessera sociale, ovvero da un documento di identità e dal riscontro della regolarità sulla lista della segreteria. L’assenza della tessera elettorale e l’assenza del nominativo nella lista della segreteria significheranno impossibilità per l’interessato di votare.  Non è consentito il riconoscimento della regolarità dell’iscrizione per “testimonianza”. Un componente della commissione elettorale presenzia e coadiuva.


Al ritiro della scheda elettorale il socio appone una sigla / firma a fianco del proprio nominativo sulla lista fornita dalla segreteria in possesso agli scrutatori. Quando riconsegnerà la scheda votata uno scrutatore apporrà la propria sigla a significare che il voto è stato espresso.

In caso di voto per delega la sigla / firma dovrà essere apposta dal votante anche a fianco del nominativo del delegante.
La delega sarà valida  se intestata al delegato, sottoscritta dal delegante e accompagnata da fotocopia della tessera sociale personale del delegante,  dalla quale risulti il bollino di iscrizione, oppure da documento di identità. In questo secondo caso la regolarità della iscrizione dovrà essere effettuata con riscontro sulla lista dei soci fornita dalla segreteria.
La scheda elettorale è siglata da due componenti della Commissione elettorale. La presenza di altre sigle farà annullare la scheda.

Si ricorda agli elettori che il voto deve essere espresso scrivendo il cognome e nome del candidato. Scrivere anche il nome (o l’iniziale puntata del nome) serve ad attribuire correttamente il voto nel caso di presenza di due soci con lo stesso cognome.  Nel caso di voti  a socio con lo stesso cognome di altro socio e senza la indicazione del nome il voto sarà annullato. Sarà considerato valido il voto espresso solo con la indicazione del cognome a patto che fra i soci aventi titolo all’elettorato passivo non vi sia altro socio con lo stesso cognome.

Possono essere consultate le liste elettorali a disposizione dei soci nella stanza del voto.
Preferenze: per il consiglio direttivo scrivere non più di 11 cognomi / preferenze;  3  per il collegio dei revisori; 5 per i delegati.
La scheda elettorale va riconsegnata piegata su se stessa per garantire la segretezza del voto.
E’ fatto divieto al socio di inserire la scheda elettorale nell’urna: a ciò deve provvedere uno scrutatore.

Si invitano i soci a prendere visione del regolamento elettorale pubblicato sul sito del Cai della sezione.

Vicenza addì 05/03/2014
Cai – Sezione di Vicenza
Commissione elettorale
( De Gobbi Eugenio – Battistello Carlo – Carpenter Armando Ronald – Pelliccione Luigi).

logo064x052 
Sezione CAI di Vicenza, Contrà Porta S.Lucia, 95 - 36100 - Vicenza (VI)
Tel 0444513012, Fax 0444-513012, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., web: www.caivicenza.it