CAI Vicenza

Home Commissioni Naturalistica e Tutela Ambiente Montano

No all'uso dei mezzi motorizzati sui sentieri alpini

Ancora una volta il Gruppo Regionale Veneto del CAI prende posizione contro l’uso indiscriminato dei mezzi motorizzati sui sentieri, le mulattiere, le strade agro-silvo-pastorali chiuse al pubblico transito. Lo fa con il comunicato stampa riportato qui di seguito, che richiama la normativa vigente, invitando i soci e gli appassionati di montagna a segnalare gli abusi.

link Normative sul transito dei veicoli sui sentieri

COMUNICATO STAMPA

Le nostre montagne e le nostre zone pedemontane sono oggetto da anni di continue incursioni di mezzi motorizzati che ne percorrono i sentieri, le mulattiere, le strade agro-silvo-pastorali e che, uscendo pure dai tracciati, deturpano boschi e pascoli, ghiaioni, letti di torrenti. I segni di tale pratica rendono evidente a chiunque frequenti i nostri monti il carattere di vulnerabilità dal punto di vista ambientale. Il deterioramento e conseguente degrado di molti tracciati percorsi abitualmente dalle moto da trial o da enduro o da quad avanza da una stagione all’altra in modo rapidissimo e irreversibile.

Leggi tutto...

30° corso nazionale di aggiornamento per insegnanti

CORSI SCUOLA

ANNO SCOLASTICO 2016/2017

Corso nazionale di aggiornamento per insegnanti
"Storia e futuro in Appennino" (risorse e sostenibilità)

Bellosguardo (SA)
21-25 aprile 2017
Presentazione e programma corso
Scheda tecnica e modulo di iscrizione
Bruchure

ANNO SCOLASTICO 2017/2018

Corso nazionale di aggiornamento per insegnanti
"Cividale e le Valli del Natisone. Teatro delle operazioni relative alla battaglia di Caporetto"
Cividale del Fruli (UD)
5-8 ottobre 2017
Presentazione e programma corso

Leggi tutto...

Vivere l'Ambiente 2017

vla 2017

Ogni anno il lavoro per la preparazione del futuro programma parte con molto anticipo. Già in Aprile 2016 ci siamo trovati per decidere quale dei vari temi pensati per il 2017 avremmo scelto e alla fine abbiamo optato per i Monumenti naturali, un argomento che ci consentisse di spaziare tra bellezze e particolarità della natura che incuriosiscono e sorprendono e per i quali le regioni possono attivare delle tutele ambientali per conservarli e tramandarli.

Ma cosa sono i Monumenti naturali?

I Monumenti naturali sono suddivisi in due categorie: geologici e botanici.

Sono denominati Monumenti naturali singoli elementi o piccole superfici di pregio dell'ambiente naturale, ad esempio alberi, sorgenti, cascate, laghi alpini, formazioni rocciose e di ghiaccio, caverne, giacimenti minerari e fossili, affioramenti geologici e elementi geomorfologici, che devono essere conservati nella loro integrità.

Questi fenomeni sono il risultato dell’azione del vento, dell’acqua, del ghiaccio, del carsismo o di un clima severo. Situazioni che, con i tempi della terra, hanno determinato la modificazione della morfologia del territorio o di una specie vegetale, portando alla formazione di piramidi di terra, grotte, rocce dalle forme singolari (marmitte, pinnacoli, torri), enormi blocchi di pietra trasportati dal movimento dei ghiacciai lontano dai siti di origine (massi erratici) e cascate, forre, valli o imponenti alberi contorti.

Nel nostro programma abbiamo voluto rappresentarli un po’ tutti ma potremo dare solo un piccolo assaggio di quanto di spettacolare la natura di regala.

Starà poi ad ognuno/a di noi cercarne altri, per ora però contiamo di avervi con noi per iniziare assieme questo gioco di scoperta.

Scarica il pieghevole

Scarica la scheda di iscrizione

Il Gruppo Operativo 2017 di Vivere l’Ambiente:

Maria Grazia, Maria Rosa, Guido, Fiorella, Massimo, Fabrizio, Giorgio, Lidia, Lia, Maurizio, Enzo, ELisabetta, Andrea, Daniela, Barbara, Elisa, Diana, Zoe, Elena, Filippo, Fiorenza, Antonio, Renato, Lorenzo, Nadia

Progetto Life Wolfalps

lifewolfalpsIl CAI entra nel gruppo di lavoro internazionale che ha l’intento di organizzare una gestione coordinata della popolazione alpina di lupo, per garantire una convivenza stabile con gli abitanti locali. I soci che intendono partecipare fattivamente al progetto possono segnalare la propria disponibilità.

È stato siglato da poco tra il Club Alpino Italiano e LIFE WOLFALPS (progetto cofinanziato dall’Unione Europea nell’ambito della programmazione LIFE+ 2007-2013 “Natura e biodiversità”) un accordo in base al quale il CAI è diventato a tutti gli effetti un ente sostenitore (supporter) del progetto. A tal fine il CAI darà il proprio contributo nel gruppo di lavoro internazionale che ha l’intento di organizzare una gestione coordinata della popolazione alpina di lupo, per garantire una convivenza stabile con gli abitanti locali.

Leggi tutto...

Rete dei Musei scientifici delle Dolomiti venete

Domus-logo-300x212 link