CAI Vicenza

Organizzata dall’Amministrazione Comunale di Longare ed in particolare dall’Assessorato all’Ambiente, Domenica 10 Maggio 2009, dalle ore 9.00 alle ore 13.00 si è svolta a Lumignano la giornata di “Pulizia delle Falesie”.

 Il fine della manifestazione era quello di ripulire le zone sottostanti le pareti di arrampicata, raccogliendo cartacce ed immondizie abbandonate da persone “poco attente e poco sensibili” al rispetto ed alla salvaguardia dell’ecosistema “falesia”.

 La Sezione C.A.I. di Vicenza, quale gestore della falesia di Lumignano Classica, ha aderito alla manifestazione e in sua rappresentanza hanno partecipato per la pulizia di Lumignano Classica i soci Augusto Angriman (responsabile falesia), Giorgio Longo e suo figlio. A questi si sono uniti gli arrampicatori Michele Guerrini, Enrico Rasia Dani e Luca Nanni.

 Nelle altre falesie hanno lavorato Andrea Minetto, Paolo Varagnolo, Mirco Motta ed altri operatori.

 La falesia di Lumignano Classica non si è presentata particolarmente “sporca” e nel complesso, alla fine della pulizia, è stato raccolto circa un sacco d’immondizie, ma questo è dovuto anche ad alcune persone che durante tutto l’anno si preoccupano di raccogliere e riportare a valle le immondizie, in primis Matteo Marchesan.

 Si segnala comunque il problema della mancanza di attenzione da parte di numerosi climber quando devono andare “in bagno”.

 Quando la falesia è poco frequentata, la tendenza è purtroppo quella di trasformare in bagno la zona subito a ridosso della parete e di questo rimangono ben visibili numerose “tracce”. Pertanto, nel caso di bisogni corporali (di qualsiasi genere), si invitano i frequentatori della falesia di “allontanarsi” dalle pareti, in modo da NON trasformare la zona in un “letamaio”.

 Con la pulizia delle pareti si è anche operata una “tosatura” di erbacce, rami secchi, roveti che risultavano d’intralcio all’attività d’arrampicata.

 Un’ultima nota riguarda la via Margherita, storico itinerario di 7a di Lumigano, uno dei simboli della falesia. Purtroppo qualcuno (non si sa chi) ha letteralmente “divelto” la parte destra della “banca” dello storico “lancio”. Da tempo si era osservato che l’erba stava infiltrandosi fra le fessurazioni di quest’area, così come si sta infiltrando in quelle che si stanno aprendo a ridosso del “manettone”.

 Un’eventuale “resinatura” non darebbe i risultati attesi, in quanto si intravedono dietro delle infiltrazioni d’acqua che limiterebbero le caratteristiche della resinatura. Pertanto, si pensa di “fissare” mediante un perno “a scomparsa” e nel modo migliore quanto rimasto del “banchettone”, in modo che il lavoro risulti “non invasivo” e compatibile con l’insieme, anche sul piano estetico.

 La manifestazione è risultata proficua, sia per la pulizia delle pareti, sia per la “testimonianza” che essa ha rappresentato.

Augusto Angriman

(Responsabile Falesia di Lumignano C.A.I. Vicenza)

logo064x052 
Sezione CAI di Vicenza, Contrà Porta S.Lucia, 95 - 36100 - Vicenza (VI)
Tel 0444513012, Fax 0444-513012, e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., web: www.caivicenza.it